Ero solo, indifeso,

seduto su di una pietra

ed osservavo tutto ciò

che avevo:

i miei ricordi, i miei affetti,

le mie lacrime.

Tutto avevo in quella valigia

di cartone.

Fissavo i volti dei passanti

alla ricerca di un volto amico:

inutile il mio cercare!

Osservavo volti freddi

ed impietriti, indifferenti.

Quanta solitudine,

quanta tristezza montava, opprimeva

la mia anima!

Avevo voglia di scappare.

Chiudevo gli occhi,

stringevo i denti

per nascondermi nel dolore

ed allontanarmi dalla vita,

quella vita,

quella faticosa vita

fatta di sogni

e speranze perdute,

sogni senza TE.

Mondo di carità,

mondo di pace,

mondo mio, fratello mio!